Come creare l’album fotografico di matrimonio (1a parte)

PUNTATA #20
Non riesci a visualizzare il video tutorial? Aggiorna il suo browser, disattiva eventuali blocchi ai contenuti pubblicitari e… buona visione!

Quando si parla di fotografia di matrimonio bisogna pensare in termini di progetto e l’album degli sposi è un vero e proprio progetto fotografico.
In questa serie di tutorial ci concentriamo sulla progettazione, la realizzazione e la stampa di un album di matrimonio avvalendoci di un servizio di grande pregio come quello dei ilFotoAlbum di Reggio Emilia. Perchè? Perchè vogliamo avere la certezza del risultato finale e della qualità.

Perché nei progetti di Wedding non si può sbagliare.

Thumbnail_Matrimonio2

2a Parte

3a Parte

4a Parte

2 commenti su “Come creare l’album fotografico di matrimonio (1a parte)

  1. Ciao Max,
    ti ringrazio per questo video che ho trovato molto utile. Non sono proprio un fotografo professionista ma diciamo che comunque mi diletto abbastanza in questo genere di fotografia che mi appassiona molto. In effetti anch’io nel mio piccolo sto sperimentando l’importanza del progetto fotografico da effettuare con gli sposi, progetto che va curato con significativo anticipo rispetto al giorno delle nozze.

    Desidero lasciare un commento riguardo a Lightroom ed alla sue funzionalità di impaginazione di fotolibri. Trovo veramente incomprensibile la politica dell’Adobe nel non rendere molto più “open” tale modulo e nel non consentire l’integrazione dello stesso con gli stampatori. Perchè photoalbum, per citarne uno, non può infatti fornire template anche per lightroom e limitarsi ai soli photoshop e indesign?

    In fondo il processo di impaginazione in lightroom sarebbe molto più lineare e facile, non ci sarebbe bisogno di esportare foto, si potrebbe lavorare in raw direttamente, potrei meglio profilare una foto anche dopo l’impaginazione e l’operazione diventerebbe estremamente semplice passando velocemente al modulo sviluppo e così via. Insomma ci sarebbero una marea di vantaggi ma proprio anche in temini di tempo impiegato e si potrebbe evitare di imparare altri software compresi quelli che mettono a disposizione i vari stampatori per impaginare i fotolibri.

    Oggi tutto pare molto “imbrigliato” e fatto su misura per Blurb, tuttavia mi pare una scelta molto strana da parte dell’Adobe.

    Come la vedi?

    Complimenti ancora per i tuoi tutorial che sono utilissimi.
    Ciao
    Marco

  2. Ciao Marco, grazie per il tuo commento e il tuo apprezzamento.
    Siamo tutti d’accordo con te per quanto concerne la difficoltà di lavorare con flessibilità sui libri di Lightroom.
    Abbiamo fatto presente questa cosa molte volte agli sviluppatori di Adobe ma per il momento non si prospettano grandi novità.
    Noi, comunque, non molliamo 😉
    Un abbraccio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *