×

La creatività non va mai in vacanza...

ma il team di Total-Photoshop sì! :)
Risponderemo alle vostre richieste di assistenza a partire dal 21 agosto

CARICAMENTO...
  1. ColorChecker Passport: le funzioni creative enhancement
  2. Filtri a densità neutra - parte 2
  3. Ombrelli deep: il telo diffusore
  4. Ritratto creativo con il flash a slitta
  5. Ombrelli deep non solo per i giorni di pioggia
1 / 5
Managing Director at APROMASTORE

ColorChecker Passport: le funzioni creative enhancement

780 VISUALIZZAZIONI
PUBBLICATO IL: 28 ottobre 2016

Dopo aver analizzato l’utilizzo di X-Rite ColorChecker Passport sia per il bilanciamento del bianco personalizzato sia per la creazione dei profili che ci aiutano nello sviluppo del Raw, oggi capiamo come poter sfruttare il terzo dei target da cui è composto ColorChecker Passport, ovvero quello di Creative Enhancement.

Se i primi due passi illustrati sono quelli finalizzati ad una fedele riproduzione del colore, quelli che analizziamo ora sono dedicati alla sua interpretazione. In altri termini ci prepariamo a passare dalla gestione del colore alla correzione colore.ColoChecker passport colori tavolozza

La chart Creative Enhancement è composta da tre distinte aree di lavoro:

  1. Le patch spettrali di controllo tonalità, saturazione, luminosità.
  2. Le patch per l’ottimizzazione degli incarnati o dei paesaggi.
  3. Le patch di verifica dell’esposizione.

Le patch spettrali

quadro cornice oro colori

La parte superiore del target Creative Enhancement è composta da 8 patch spettrali, utili per valutare, correggere o modificare la nostra immagine per mezzo dei cursori HSL, Hue, Saturation e Lightness, ovvero tonalità, saturazione e luminosità, messi a disposizione dai più comuni software di sviluppo del Raw e di fotoritocco.

Lavorare su un’immagine che comprende il Colorchecker Passport può essere utile per verificare visivamente l’influenza delle nostre regolazioni su alcune aree di colore, non necessariamente presenti su uno specifico set, ma che potrebbero influenzare altri scatti dello stesso servizio.

Per utilizzare al meglio i cursori dei moduli di sviluppo è importante sapere che:

  • la tonalità è l’attributo principale di un colore e lo distingue dagli altri
  • la saturazione descrive quanto vivace o puro è un colore
  • la luminosità descrive la lucentezza di un colore

Le patch per ottimizzare paesaggi ed incarnati

La seconda e la terza riga di patch di questo target consentono di creare un bilanciamento del bianco volutamente sbagliato, finalizzato ad ottimizzare alcune tinte particolari. Nella seconda riga i toni dell’incarnato e nella terza la componente blu/verde tipica delle foto di paesaggio.

donna bionda tavolozza colore

La prima casella della seconda riga, contraddistinta da un semicerchio, consente un bilanciamento del bianco neutro, come quello che si potrebbe ottenere usando le scale dei grigi.

Effettuando il bilanciamento su una delle quattro caselle a fianco, invece, mettiamo da parte la fedeltà di riproduzione, a favore di un riscaldamento dei toni della pelle. Basterà sperimentare l’effetto sul primo scatto del servizio per poi applicare la stessa identica miglioria su tutte le altre foto in modo automatico.

castello natura verde

Nel caso della terza riga del target, la casella di neutralità è quella centrale, contraddistinta dal semicerchio. Spostandoci sulle due caselle di sinistra raffredderemo l’immagine, mentre spostandoci verso destra, la scalderemo.

Le patch di verifica dell’esposizione

pala elica vento bianco e nero

L’ultima riga del target di Creative Enhancement è composta da 8 quadratini che servono per la verifica dell’esposizione.

I patch sono separati in due gruppi: chiari e scuri. I due gruppi sono ordinati con una differenza di 1/3 di F-stop tra loro. L’unica eccezione nel gruppo di scuri è il patch più nero del target ColorChecker. Infatti, la differenza di esposizione tra un patch più scuro e il successivo è approssimativamente di 1/10 di stop. La gamma dinamica del target è circa 32:1, o 5 stop.

Queste caselle, utilizzate con agli avvisi di sovra/sottoesposizione clipping areas (disponibili in tutti i software di sviluppo Raw) sono estremamente utili per effettuare le ottime regolazioni, che ci permetteranno di non perdere alcun dettaglio nelle ombre e nelle alte luci dei file.

A conclusione non ci resta che ringraziare l’amico Gerardo Bonomo per le fotografie presenti in questo articolo.

ColorChecker Passport: le funzioni creative enhancement

FOCUS TAG

COMMENTI (0)

Lascia un commento


Pubblica commento

Total-Photoshop è di proprietà di Logic Media s.r.l.
Via Staurenghi 37, 21100 Varese - Telefono e Fax: 0332.288642 - P.iva: 03269350124