CARICAMENTO...
  1. Generi cinematografici: animazione
  2. Generi Cinematografici: Noir
  3. I Movimenti di Camera
  4. L'evoluzione del Greenscreen
  5. Gianfranco Brebbia e il cinema sperimentale a Varese
1 / 5
Editor

Generi cinematografici: animazione

453 VISUALIZZAZIONI
PUBBLICATO IL: 10 febbraio 2017

Importantissimo capitolo della storia della settima arte, il cinema d’animazione deve la sua nascita ad esperimenti e soprattutto a menti ingegnose che si sono susseguite nel corso dei secoli.

Tuttavia la paternità di questo genere si identifica con Émile Reynaud, precursore del cinema d’animazione e pioniere del cinema stereoscopico. Reynaud inventò una macchina complessa che proiettava su un telo alcune figure disegnate su un rullo di carta. Gli sfondi erano realizzati grazie ad una lanterna magica.

teatro ottico genere animazione

Tantissimi gli autori che si sono avvicinati a questo genere, ne vediamo solo alcuni, quelli che hanno fatto (o stanno ancora facendo) la storia.

Émile Cohl

Émile Cohl probabilmente è il vero inventore del cinema d’animazione. Ha sempre lavorato come artigiano, senza mai depositare il brevetto di questa sorprendente invenzione. Per un film della durata di 5 minuti (100 metri) servivano 52 disegni al metro. Il suo Fantasmagorie è il primo cartone animato della storia del cinema.

Otto Messmer

Inventa il gatto nero Felix, il più famoso personaggio noto al pubblico prima dell’avvento di Topolino. Il personaggio è stato più volte rieditato, trasformandolo definitivamente in un sorridente gatto ottimista, adatto alla TV per bambini.

felix the cat

Katsuhiro Ōtomo

Akira del 1988 è costato una cifra compresa tra 1.000.000.000 e 1.100.000.000 yen. In Giappone la prima distribuzione nelle sale fruttò poco più di 700 milioni di yen, ai produttori ci vollero anni per rientrare completamente dell’investimento e realizzare profitti. Tuttavia è sempre presente nella classifica dei migliori film d’animazione mai prodotti.

Hayao Miyazaki

Una carriera lunga più di cinquat’anni, Miyazaki è indubbiamente l’esponente dell’animazione giapponese più conosciuto in tutto il mondo. L’importanza dei suoi contributi a questo genere e il merito di aver aiutato ad eliminare lo stereotipo dell’animazione giapponese come di una realtà cinematografica e televisiva inferiore.

Ha vinto innumerevoli premi e riconoscimenti, il suo fiore all’occhiello è La città incantata del 2001 in cui mostra un’altissima qualità tecnica e detiene anche il record di lungometraggio più visto nelle sale nipponiche.

La_citta_incantata

Un altro lungometraggio che ha sicuramente una posizione di rilievo è Il castello errante di Howl del 2004. In un mondo in cui è presente la magia, la protagonista è come spesso accade nei film del cineasta, una ragazza. La vicenda si svolge in un’ambientazione che ricorda nei vestiti e nell’architettura l’Europa degli inizi del Novecento.

Il Castello errante di Howl

Walt Disney

Arrivati a questo punto non si può non parlare del pluripremiato e immortale Walt Disney. Raccontare tutta la sua storia in questo articolo ci sembra impegnativo e prolisso per questo vedremo solo alcune delle tappe fondamentali che l’hanno fatto diventare il re del cinema d’animazione in tutto il mondo.

Topolino

Il nome originale è Mortimer Mouse, ribattezzato in seguito in Mickey Mouse perchè più carino, il topo più famoso del mondo nasce da un bozzetto di Walt. Il personaggio debutta in un cortometraggio muto, ma solo nel 1928 con Steamboat Willie, primo cartone animato con il sonoro sincronizzato prodotto da Disney, Topolino conquista il grande pubblico.

giphy

Arrivano i colori

Nel 1932 Walt Diseny comincia a produrre le Sinfonie allegre con un nuovissimo procedimento, il technicolor. Disney ottiene l’esclusiva di due anni sul procedimento a colori.

Biancaneve e i sette nani

Biancaneve disney

Primo lungometraggio a cartoni animatati, è anche il primo film d’animazione in inglese e in Technicolor, viene distribuito nel febbraio del 1938. Il grande successo che ne deriva permette a Walt Disney di costruire a Burbank un nuovo complesso in stile campus universitario per ospitare i Walt Disney Studios, che aprono ufficialmente il 24 dicembre 1939. Dopo Biancaneve prendono vita produzioni importanti come Fantasia e Pinocchio.

Alla fine degli anni quaranta gli Studios producono Alice nel paese delle meraviglie e Le avventure di Peter Pan.

Disneyland

«Voglio che Disneyland sia il luogo più meraviglioso della terra e che un treno faccia il giro del parco»

Con questo pensiero Walt Disney realizza un sogno, un grande parco divertimenti adatto alle famiglie, un posto magico, popolato dai cartoni animati. Disneyland viene inaugurato nel 1955 e la cerimonia viene trasmessa in diretta televisiva e presentata da Ronald Reagan.

L’edificio più importante del parco, quello centrale e immancabile in qualsiasi altro parco Disney da lì in poi, era il Castello della Bella Addormentata, pensato per l’omonimo lungometraggio, divenuto poi simbolo dell’impero Disney.

Nel 1966 Walt Diseny muore lasciando un’eredità senza eguali.

Film a tecnica mista

Questi lungometraggi sono molto apprezzati dal pubblico, tra gli esempi di maggior successo: Mary Poppins, Chi ha incastrato Roger Rabbit e il più recente Come d’incanto.

Mary Poppins

Oggi

L’animazione dei disegni fatta a mano, come la faceva Walt, è ormai una tecnica obsoleta, anche se in alcuni casi ancora utilizza, tuttavia si prediligono tecniche computerizzate grazie anche alla collaborazione con la Pixar (Vedi anche: Piper di Pixar). Tra i maggiori successi degli ultimi anni svetta in cima alla classifica Frozen – il regno di ghiaccio.

Frozen

Animazione Stop Motion

Infine per concludere questo nostro percorso dobbiamo fare un cenno ad un tipo di animazione differente, lo stop motion che racchiude moltissime tecniche. Solitamente si fotografa l’oggetto da animare, gli si fa compiere un leggero movimento e si esegue un altro scatto.

La sequenza di scatti proiettata velocemente dà l’idea di un movimento continuo. Grande amante di questa tecnica è senza ombra di dubbio Tim Burton e citiamo un suo capolavoro fra tanti Nightmare Before Christmas.

the-nightmare-before-christmas-jack

Abbiamo già analizzato:

Generi Cinematografici: Spaghetti Western

Generi Cinematografici: Avventura

Generi cinematografici: Horror

Generi cinematografici: animazione

FOCUS TAG

COMMENTI (0)

Lascia un commento


Pubblica commento

Total-Photoshop è di proprietà di Logic Media s.r.l.
Via Staurenghi 37, 21100 Varese - Telefono e Fax: 0332.288642 - P.iva: 03269350124