Genie Mini e le Panoramiche

Se vi è capitato, di fronte ad un panorama mozzafiato, di aver rimpianto di non essere attrezzati opportunamente, allora questo articolo è quello che fa per voi.

Photoshop, Lightroom e molti altri software di fotoritocco forniscono oramai da tempo alcune funzioni per fondere insieme diversi scatti. Questa funzione è particolarmente adatta per creare immagini panoramiche a partire da tanti singoli fotogrammi, senza aver bisogno del grandangolo.

Ma come dobbiamo realizzare questi scatti per fare in modo che possano essere uniti tra loro perfettamente?

Sunset mountains panorma

Lo scatto a mano libera non è certamente il modo migliore per procedere.

I problemi di allineamento fra una foto e l’altra portano a fusioni con riduzione dell’area utile e a numerosi difetti da correggere manualmente e con pazienza, utilizzando il timbro clone affinché gli scatti possano essere uniti con risultati realistici. Inoltre, Photoshop e Lightroom necessitano di una percentuale di sovrapposizione, ovvero che una determinata area del panorama venga ripresa in uno scatto e in quello successivo.

Genie Mini di Syrp è una piccola motorizzazione pensata per riprese video e time-lapse. Rappresenta anche una semplice ed efficace risposta al desiderio di realizzare bellissimi panorami senza il grandangolo. L’app che consente di comandare il piccolo motore, direttamente via Bluetooth dallo smartphone, dispone infatti di una funzione dedicata alla realizzazione di questo genere di riprese in modo, oserei dire, scientifico.

app genie mini
Guidati dall’interfaccia intuitiva possiamo impostare il formato del sensore della nostra macchina fotografica, la lunghezza focale dell’ottica utilizzata, le proporzioni tra i lati del nostro sensore e se utilizzeremo la fotocamera in orizzontale o verticale.

Visto che la panoramicità della nostra immagine finale sarà costruita dall’unione di numerosi singoli scatti, nulla ci vieta di utilizzare la macchina in verticale per aumentare la quantità di pixel ripresi lungo quello che sarà il lato corto del nostro file, consentendo così un maggior ingrandimento.

Definiti questi parametri base, non resta che decidere la quantità di panorama da riprendere.

app genie mini

Nella successiva schermata saremo liberi di decidere il numero di scatti da eseguire oppure l’angolo di campo da riprendere. Nel primo caso l’app provvederà a calcolare l’angolo di campo, mentre nel secondo calcolerà la quantità di scatti necessari a coprirlo.

app genie mini bolla
Due accorgimenti che restano a nostro carico per avere la certezza di scatti che si possano fondere senza problemi: il controllo dell’orizzontalità della macchina fotografica e la sua impostazione in manuale.

Un perfetto livellamento della fotocamera lungo gli assi trasversale e longitudinale consentirà di ottenere un’immagine finale perfettamente allineata. L’esposizione manuale garantirà omogeneità di luminosità fra gli scatti, portando ad un risultato più realistico.

A questo punto non resta che premere il pulsante rec sull’app e Genie Mini si preoccuperà di far avanzare la macchina fra una ripresa e l’altra, dando l’impulso di scatto per mezzo dell’apposito cavetto.

app genie mini

macchina fotografica prima dopo

Nel giro di pochi istanti avremo così i nostri scatti a prova di panoramica… nel prossimo articolo vedremo come unirli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *