InDesign CC: gli aggiornamenti di Adobe lo rendono più interattivo

InDesign CC: gli aggiornamenti di Adobe lo rendono più interattivo

Giornata di grandi aggiornamenti per Adobe. Dopo Photoshop CC, Illustrator CC è ora la volta di InDesign CC. Le nuove funzionalità e impostazioni di InDesign CC promettono una progettazione più semplice, veloce e intuitiva.

Ecco le innovazioni di InDesign CC nel dettaglio:

Font sincronizzati e Typekit desktop fonts
Gli aggiornamenti che Adobe ha pensato per questo software riguardano nuove funzioni per l’integrazione dei font Typekit su desktop. Infatti, sarà pratico e veloce trovare il font giusto nella ricca libreria di TypeKit che ne contiene al momento più di 700 in costante aumento. Basterà sincronizzarla e sarà immediatamente disponibile all’uso.

Interattività semplificata
Sono previste nuove modalità per creare, modificare e gestire i collegamenti ipertestuali. Sarà tutto più semplice, facile e intuitivo. Infatti, basterà fare un clic con il tasto destro del mouse per creare e inserire il contenuto di un link. Un nuovo pannello decisamente migliorato rispetto al precedente consentirà una personalizzazione del collegamento ipertestuale più efficiente, compresa la modifica del nome. La funzione stile automatica ci aiuterà ad individuare velocemente ogni link nel nostro layout.

Miglioramenti nella produzione di EPUB
Inoltre, l’update include nuovi supporti per l’interattività EPUB 3.0 e nuove modalità di integrazione dell’interattività agli eBook. Potremo personalizzare i nostri eBook aggiungendo delle note a piè di pagina formattate che faremo comparire per poi leggerle attraverso un semplice tocco. In questo modo i lettori avranno le informazioni aggiuntive di cui hanno bisogno senza distrazioni o interruzioni del flusso di lettura. Queste nuove funzionalità semplificano la lettura e supportano le strutture verticali tipiche della scrittura giapponese e i testi in ebraico e arabo (si sa mai vi capiti).

Trova subito il font giusto
Nella ricerca del font sarà sufficiente digitare anche solo una parte del nome del font e ci penserà il completamento automatico a trovare quello che risponde meglio al nostro criterio appena inserito. Oppure basterà scrivere una parte del nome del font, come “bold,” “semicondensed,” o “italic”. Ora, sarà anche possibile trovare il font desiderato grazie all’introduzione di una funzione “filtro”.

InDesign CC
via blogs.adobe.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *