CARICAMENTO...
  1. 8 errori da evitare con Photoshop se sei alle prime armi
  2. Simulazione effetto tapparella con Photoshop
  3. Photoshop Trick: creare l'effetto "acqua corrente" da zero
  4. 5 trucchetti di Photoshop che probabilmente non conosci
  5. Template gratuiti per creare volantini da urlo con Photoshop
1 / 5
Social media & content editor

8 errori da evitare con Photoshop se sei alle prime armi

1314 VISUALIZZAZIONI
PUBBLICATO IL: 22 Dicembre 2013

Che Photoshop faccia miracoli è una verità assoluta, ma di certo non si tratta di un programma facile se si vogliono raggiungere i risultati sperati. Soprattutto se si è alle prime armi può essere un software complicato, ecco 8 errori da evitare.
Ci vuole solo un po’ di pazienza e di buona volontà: siamo certi che l’obiettivo sarà raggiunto. Oltre alle tantissime puntate della #TutorialTV di Total-Photoshop, che potranno illuminarvi sull’utilizzo del software di fotoritocco per eccellenza, oggi vi diamo alcuni consigli per evitare scivoloni spesso causati soltanto dalla poca esperienza.



Photoshop: 8 errori da evitare

Dipendenza dallo strumento Bacchetta Magica

Lo strumento della bacchetta magica, quello più utilizzato per estrarre oggetti o sfondi da un’immagine, non è una bacchetta magica vera… Il neofita di Photoshop, inoltre, dà segni di “dipendenza” anche dallo strumento “selezione rapida” o “lazo” per estrarre sfondi o oggetti da un’immagine. Si tratta dei metodi sicuramente più veloci e intuitivi, ma fidatevi, c’è di meglio! Vi consigliamo l’utilizzo dello strumento “penna”: all’inizio sarà dura, ma sarà un investimento a lungo termine perchè è senz’altro migliore per un’estrazione veloce!

Gestione dei testi: lungi da noi l’effetto pixel!

Spesso si utilizza Photoshop per creare effetti sul testo. Si può fare se si tratta di intervenire su piccole porzioni di testo. Quando ci si trova davanti a porzioni di testo ben più ampie, è consigliabile utilizzare altri programmi come Quark o InDesign che, essendo vettoriali, restituiranno un effetto più lineare.

errori da evitare

Uso eccessivo dei filtri arcobaleno? Sento odor di utenti alla prime armi!

I filtri sono un’ossessione? Certo sono divertenti, di impatto, facili da ottenere se si è alle prime armi! Ma… non danno l’impressione di grande professionalità. Quindi resistete e siate parsimoniosi nel loro utilizzo!

Progettare loghi utilizzando Photoshop

I programmi ideali per creare loghi, seppur si utilizzi quasi sempre Photoshop, in realtà sono quelli basati su grafica vettoriale, vedi Illustrator. Sarà più facile modificare, scalare e ridimensionare le immagini a prescindere dalle loro dimensioni.

Lavorare con una risoluzione a 72 dpi (punti per pollice)

Quando dovete stampare non lavorate mai al di sotto dei 300 dpi, la migliore soluzione per la stampa. Inoltre, diamo un occhio anche alla stampante e alle sue potenzialità.

Mancato uso dei tasti rapidi della tastiera

I comandi rapidi da tastiera sono la svolta non solo per Photoshop, ma per tutti i software. Infatti, consentono di velocizzare le operazioni e di migliorare la nostra produzione risparmiando del gran tempo. Infine, molti strumenti richiedono l’utilizzo della tastiera per funzionalità aggiuntive! E comunque è risaputo che imparare a usare le combinazioni con tasti rapidi è fondamentale anche per fare bella figura con il capo e con i colleghi: parola di Total-Photoshop!

errori da evitare

Ignorare i livelli e le cartelle

All’inizio si fa finta di non vederli e si lavora come se cartelle e livelli non esistessero. Invece, ogni cosa su Photoshop ruota intorno ai livelli!

Infatti, i livelli permettono di modificare, spostare, duplicare e cancellare i vari oggetti in maniera più semplice e selettiva. Inoltre, nominare i livelli e organizzarli in cartelle è essenziale perché aiuta a tenere ogni elemento del progetto sotto controllo. Tutto ciò aiuta a diminuire la possibilità di sbagliare e ci consente di  risparmiare tempo.

Amore per il bianco e nero mal espresso

Parliamo dell’abitudine di molti di utilizzare la funzione “elimina saturazione” per convertire le immagini in bianco e nero. Scegliendo Immagine>Regolazioni>Elimina saturazione si può convertire l’immagine in bianco e nero. Il rischio però è di produrre foto “senza vita”, “senza spessore”.

Consigliamo, invece, la conversione scegliendo Immagine>Regolazioni>Miscelatore Canale. Otterrete un’immagine molto più ricca.

Ma i consigli non finiscono qui!

Ricordati di guardare tutte le puntate della nostra #TutorialTV dedicate a Photoshop da vedere e salvare nei Preferiti!

8 errori da evitare con Photoshop se sei alle prime armi

FOCUS TAG

COMMENTI (3)

Marco
22 Dicembre 2013 - 18:43
Bello, ma c'è anche lo strumento clone, supe abusato. PS: C'è qualcosa che non va nella formattazione della pagina, il menu nero è sovrapposto e nasconde il testo sotto.
Messere
23 Dicembre 2013 - 09:40
Lungi da me il voler fare il saccente, ma secondo me ci sono molte cose in questo articolo che creano molta confusione. Dire che bisogna prediligere lo strumento penna, è sbagliato: a seconda della selezione va usato lo strumento giusto. Come scritto in un capitolo del libro di Tiziano Fruet dedicato a Photoshop, la questione dei 300 e 72 PPI sono leggende metropolitane. Inoltre come scritto tra parentesi DPI significa (Dot Per Inch) che è tutt'altra cosa di PPI (Pixel Per Inch) La differenza c'é e non è poca. Scusate le precisazioni, restate comunque grandissimi!
redazione
23 Dicembre 2013 - 12:41
Ma grazie Messere! Altro che saccente, le precisazioni sono sempre benvenute. Vero che ad ogni selezione corrisponde un tipo di strumento ma qui si parla di neofiti. Se si vuole lavorare bene, lo strumento penna è sicuramente quello che i neofiti scansano di più, ed è un errore. Per quanto attiene alla risoluzione... beh.. con tutto l'affetto e la stima che possiamo provare per Tiziano, c'è proprio una bella differenza nel lavorare un file a 72 o a 300. Chi stampa lo sa, eccome ;-) Il casus è preso in considerazione del fatto che la maggior parte dei neofiti tendono a prendere le immagini dal web e pretendere di avere risultati super professionali con immagini in bassa risoluzione. La conseguenza è uno stato di frustrazione continua per i risultati finali, spesso poveri dal punto di vista qualitativi. Imparando a lavorare con file un po' più cicciotti (dal punto di vista della risoluzione) sarai d'accordo anche tu che le soddisfazioni e i risultati sono decisamente diversi ;-) Un abbraccio e buon Natale

Lascia un commento


Pubblica commento

Total-Photoshop è di proprietà di Logic Comunication s.r.l.
Via Salvo D'acquisto 2, 21100 Varese - P.iva: 03798290122