CARICAMENTO...
  1. Scattare fuori dallo studio: il flashbender Rogue
  2. FORMAZIONE = APROMASTORE ACADEMY
  3. Profilo ICC della stampante: come crearlo.
  4. Scattare fuori dallo studio: una inusuale posizione della luce
  5. Luce LED: quanta ne serve per fotografare?
1 / 5
Managing Director at APROMASTORE

Scattare fuori dallo studio: il flashbender Rogue

1822 VISUALIZZAZIONI
PUBBLICATO IL: 07 Luglio 2016

Negli articoli di Total-Photoshop capita spesso di fare riferimento a situazioni di scatto dove il fotografo può avere tutto sotto controllo, come accade, ad esempio, lavorando in studio. In una situazione controllata, dove si dispone di tutte le attrezzature e le condizioni migliori per poter realizzare gli scatti.



La vita di chi fa fotografia però non è sempre così facile. Spesso infatti, può capitare di dover realizzare scatti nelle situazioni più disparate, potendo fare affidamento solo sui pochi accessori che hanno trovato spazio nella borsa, fra ottiche e corpi macchina. Vediamo insieme come scattare fuori dallo studio.

Fra gli accessori che non dovrebbero mai mancare dalla borsa di un fotografo troviamo sicuramente i flashbender Rogue: estremamente portatili, economici e utilissimi negli scatti con il flash a slitta.

Scattare fuori dallo studio – facciamo un esempio

_M3_9908

Ci troviamo nella hall di un albergo. La nostra scena principale è illuminata da luce artificiale ma, abbiamo anche una componente di luce solare proveniente dalla finestra. Per il primo scatto alziamo un po’ la sensibilità ISO e ci affidiamo alla fotocamera. L’immagine così ottenuta sicuramente “rende” l’idea della luce presente sul nostro set improvvisato ma, (per così dire) manca di carattere. Andando ad ingrandire il soggetto, inoltre, potremmo notare del micromosso ed un rumore abbastanza percepibile.

_M3_9917

Preso atto dei limiti della prima immagine, nel tentativo di migliorare la situazione, montiamo sulla nostra reflex il flash a slitta e lo “spariamo” sul soggetto, introducendo così ben due problemi. La luce del flash utilizzato in questo modo risulta dura e frontale e, inoltre, ha una temperatura colore  “daylight”, quindi più fredda di quella del nostro set improvvisato. In poche parole: la luce sul nostro soggetto non è coerente con quella dell’ambiente circostante.

_M3_9924

Ricorriamo quindi ad un consiglio sentito più di mille volte: orientiamo la testa del nostro flash sul soffitto. Se questo “trucco” può dare risultati soddisfacenti in appartamento, in saloni dal soffitto molto alto mostra i suoi limiti. L’intensità della luce, infatti, cade drasticamente con la distanza (con il suo quadrato, per l’esattezza: ve lo ricordate?)

Così facendo otteniamo sicuramente una luce più morbida, ma troppo debole e che, oltretutto, provenendo esclusivamente dall’alto, non riesce ad “accendere” lo sguardo della nostra modella.

Quindi, cosa fare quando il soffitto è troppo alto (o magari anche basso, ma non bianco)? Ricorriamo semplicemente ad un soffitto “portatile”, ovvero un flashbender di Rogue!

scattare fuori dallo studio

Installiamo sul nostro flash a slitta un riflettore pieghevole di Rogue, ma senza piegarlo troppo. In questo modo una parte della luce verrà ancora “sparata” dal flash sul soffitto ma, una parte verrà catturata dal riflettore per essere indirizzata negli occhi del soggetto, creando così una catchlight che donerà profondità allo sguardo.
Ma non è tutto: fra gli accessori Rogue troviamo anche le gelatine colorate.

_M3_9985

Prendiamo quindi dal kit una gelatina di conversione CTO (da luce daylight a luce tungsteno) ed installiamola sul flash per mezzo dell’apposito elastico.

_M3_0001
In questo modo “correggeremo” la luce emessa dal nostro speedlite in modo che abbia la stessa temperatura colore di quella delle lampade ad incandescenza presenti sulla scena, creando così una luce più coerente con l’ambiente circostante e meno “finta”.

_M3_9931

I prossimi passi ci porteranno non solo ad addomesticare la luce del flash, ma anche a variarne la posizione, ma questo è tutto un altro articolo!

Scattare fuori dallo studio: il flashbender Rogue

FOCUS TAG

COMMENTI (1)

Roberto
30 Agosto 2016 - 19:32
Semplice conciso ed estremamente chiaro essenziale ed efficace !

Lascia un commento


Pubblica commento

Total-Photoshop è di proprietà di Logic Comunication s.r.l.
Via Salvo D'acquisto 2, 21100 Varese - P.iva: 03798290122